Una co-progettazione per la palazzina di via Volta

Giovedì 20 novembre abbiamo promosso un incontro pubblico rivolto agli operatori del terzo settore sul futuro della proprietà comunale di via Volta.
“Stiamo immaginando innovazione di metodo, di strumenti, di pensiero. Una sfida alta anche all’impresa sociale del territorio, alla quale offriamo un’opportunità straordinaria di protagonismo, di corresponsabilità, di crescita e di realizzazione.”

La complessità dei fenomeni legati ai mutamenti sociali richiede una forte innovazione nella definizione di politiche sociali e la creazione di sinergie e collaborazioni fra tutti i soggetti coinvolti. D’altra parte l’impresa sociale non può limitare il suo ruolo a esecutore di mansioni in-vece della pubblica amministrazione ma deve essere chiamata ad assumere un ruolo attivo, caricandosi anche del rischio d’impresa. 
La co-progettazione rappresenta, in questo quadro, una forma di collaborazione tra Pubblica Amministrazione e soggetti del Terzo Settore volta alla realizzazione di attività e interventi mirati e tempestivi per rispondere ai bisogni locali della persona, della famiglia e della comunità

Coprogettazione-Palazzina-Via-Volta

In questa prospettiva si colloca l’intervento che il Comune di Como intende promuovere nella struttura di via Volta n. 83, co-progettandone un nuovo modello di utilizzo per farne un esempio di cambiamento e innovazione sociale, capace di innescare, giorno dopo giorno, una contaminazione positiva e costruttiva per la città.
L’obiettivo è quello di fornire uno spazio polifunzionale per il quale sono stati individuati due ambiti di utilizzo : servizi per l’accoglienza (soluzioni abitative temporanee ,ad es. per studenti, lavoratori, turisti ecc., di cui almeno 1/3 rivolte a persone che presentino il bisogno di essere sostenute e accompagnate in un percorso di graduale autonomizzazione); altre iniziative, servizi e attività prevalentemente orientate a un’utenza giovane da individuare con il partner privato.

I prossimi passi
fase A: selezione del soggetto o dei soggetti con cui sviluppare le attività di co-progettazione e successiva co-gestione del servizio, che si produce in evidenza pubblica nel rispetto delle norme di legge (bando a dicembre);
fase B: co-progettazione tra i responsabili tecnici del/dei soggetto/i selezionato/i e i responsabili comunali. 
fase C: stipula di una convenzione/contratto tra il Comune di Como e il/i soggetto/i selezionato/i.